Esplora contenuti correlati

 

Via Carrarecce e Valle Dodici, D’Acuti: “Convocato un tavolo tecnico con altri enti per affrontare le criticità idrogeologica e idraulica”

"La riunione di martedì 22 maggio è solo il primo e doveroso passo per garantire la pubblica incolumità di cittadini e automobilisti", spiega il sindaco di Monte Compatri

 
Via Carrarecce e Valle Dodici, D’Acuti: “Convocato un tavolo tecnico con altri enti per affrontare le criticità idrogeologica e idraulica”
 

Una riunione urgentissima per un tavolo tecnico. L’obiettivo è affrontare la criticità idrogeologica ed idraulica di via Carrarecce, Valle Dodici e nella località Pian Quintino. “Coinvolgere enti come la Regione Lazio, l’Autorità di bacino del Tevere, la direzione regionale della Protezione civile e l’Acea Ato2 – spiega il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti – è l’unica strada per individuare possibili soluzioni e scongiurare i gravi disagi, causati dagli allagamenti che sistematicamente si verificano a causa della naturale conformazione del bacino idrografico e delle forti piogge che investono l’area; le ultime, in ordine di tempo, venerdì 11 e sabato 12 maggio”. 

“Le preoccupazioni derivano dai danni alle strade che siamo costretti a chiudere al traffico, provocando enormi difficoltà alla viabilità locale e agli abitanti della zona – continua il primo cittadino monticiano – con la consapevolezza che per la risoluzione della problematica sia necessario l’impegno, anche economico, di tutti gli enti a diverso titolo interessati”.

“Il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti: le precipitazioni che cadevano in un mese, oggi arrivano nell’arco di un pomeriggio; con infrastrutture completamente insufficienti per drenare le acque. A questo, si aggiungano condoni edilizi e lottizzazioni che hanno fatto aumentare gli abitanti e ridotto, in modo proporzionale le aree drenanti. La riunione congiunta, convocata per martedì 22 maggio, è solo il primo, doveroso passo per evitare gravi danni e tutelare la pubblica incolumità di cittadini e automobilisti”, conclude il sindaco Fabio D’Acuti.