Esplora contenuti correlati

 

Il responsabile del procedimento, terzo appuntamento con la giornata formativa dell'Accademia della P.A.  

Martedì 6 novembre, presso la sala consiliare di Tinello Borghese (via Placido Martini,1) il corso organizzazione con Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana

 
Il responsabile del procedimento, terzo appuntamento con la giornata formativa dell'Accademia della P.A.
 
 

 

Una figura professionale presente in ogni amministrazione quando si tratta di procedure di appalto: è il responsabile unico del procedimento (RUP) che segue le fasi della programmazione, della progettazione, dell'affidamento e dell'esecuzione di opere; nominato con atto formale del soggetto responsabile dell'unità organizzativa. Curando, in ciascuna fase di attuazione degli interventi, il controllo sui livelli di prestazione, di qualità e di prezzo determinati in coerenza alla copertura finanziaria. Sarà questo il tema della terza giornata formativa che si terrà nell’Accademia della Pubblica amministrazione di Monte Compatri, martedì 6 novembre dalle ore 09:00 presso la sala consiliare di Tinello Borghese (via Placido Martini,1), organizzata dalla Gazzetta amministrativa della Repubblica italiana (Gari), di cui il Comune è socio istituzionale, e in collaborazione con Anci Lazio.

Quali sono i compiti, le funzioni e le responsabilità del Rup? Come si innestano queste professionalità in relazione alle nuove disposizione del Contratto collettivo nazionale di lavoro e alla competenza all’esclusione dalle gare d’appalto? Sono queste le principali domande cui risponderà il relatore Adriano Marini, già Segretario generale. L’incontro è aperto e gratuito ai dipendenti degli enti locali; per partecipare basta prenotare inviando una mail all’indirizzo comunicazione@gazzettaamministrativa.it.

“Gli appalti sono materia complessa, non solo in base all’opera da realizzare ma anche per le complicate norme che regolano la macchina amministrativa, con lo scopo di migliorare la qualità della progettazione e della programmazione complessiva. Tenendo ben presente che la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 18 ottobre 2018 ha approvato un documento contenente proposte di modifica ed osservazioni al Codice dei contratti di cui al decreto legislativo numero 50 del 2016, finalizzate a semplificare le procedure ed eliminare le criticità rilevate nel primo periodo di applicazione del Codice stesso”, dichiara il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti.