Esplora contenuti correlati

 

Ascensore, D’Acuti: “Ritardi nel ripristino del servizio, si valuta richiesta risarcimento”

"L'amministrazione comunale ha richiesto una dettagliata relazione per capire le motivazioni di questo disservizio", aggiunge il primo cittadino di Monte Compatri

 
Ascensore, D’Acuti: “Ritardi nel ripristino del servizio, si valuta richiesta risarcimento”
 

“Un ingiustificato ritardo. Dal 4 dicembre 2018 ad oggi, 8 diverse comunicazioni per ripristinare il servizio dell’ascensore inclinato di via Cavour. Per questo abbiamo scritto alla Sacmif, società specializzata negli impianti a fune, per avere una relazione dettagliata che spieghi quali siano le reali motivazioni della mancata sostituzione delle ruote dell’infrastruttura che hanno portato a una chiusura dell’impianto estremamente lunga e non più tollerabile da parte dell’amministrazione comunale di Monte Compatri, che rappresento in qualità di sindaco. Gli eventuali danni saranno chiesti a chi non ha fornito i pezzi di ricambio”, dichiara Fabio D’Acuti.

“Inoltre, l’ufficio tecnico è ancora in attesa di ricevere la relazione tecnica sulla sostituzione del sistema di apertura automatica delle porte, inserito nel verbale di revisione dell’ascensore stesso: senza le specifiche, infatti, impossibile per il nostro ente procedere all’affidamento del servizio di sostituzione”, aggiunge il primo cittadino.

“Tutti i ritardi conseguenti saranno stavolta imputabili alla ditta Maspero, unica società in grado di fornire i pezzi di ricambio, che non ha ancora provveduto alla consegna di quei materiali necessari al ripristino del servizio. Per questo, non escludiamo anche una richiesta di risarcimento danni”, conclude il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti.