Esplora contenuti correlati

 

Consiglio comunale, approvata la variante della piscina. Ansovini: “Giornata storica, a breve i lavori”

“Con l’approvazione del progetto poniamo le basi giuridiche per realizzare uno dei 4 punti fondamentali del nostro programma elettorale”, commenta il primo cittadino Fabio D’Acuti

 
Consiglio comunale, approvata la variante della piscina. Ansovini: “Giornata storica, a breve i lavori”
 

“Una giornata storica. Questo venerdì 1 marzo 2019 sarà ricordato a lungo perché, finalmente dopo anni, anche Monte Compatri avrà la sua piscina coperta; grazie all’approvazione, da parte dell’assemblea di Tinello Borghese, dell’ultima variante urbanistica, dopo l’acquisizione di tutti i pareri degli enti sovracomunali. Andiamo così a chiudere un iter, quello del project financing dell’impianto sportivo di via delle Cannetacce, iniziato nel 2014.

Dopo il campo di calcio e quelli di calciotto, con la struttura diventata centro federale regionale della Lega nazionale dilettanti calcio, siamo pronti a far partire i lavori. Per dare un servizio alla nostra comunità e rispondere, in questo modo, alla grande richiesta di sport che ci arriva dai cittadini”, dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Mauro Ansovini.

 

La proposta di delibera numero 7 è stata approvata con 8 voti a favore, da parte della maggioranza Nuovi Orizzonti e Governiamo insieme; astenuti gli esponenti della minoranza Monte Compatri Bene Comune (3) e M5s (1), che avevano sollevato una questione di legittimità sul mancato rispetto dei tempi per il deposito degli atti. Fatto che ha portato ad una sospensione dei lavori affinché potessero essere approfonditi alcuni aspetti della deliberazione di Consiglio comunale.

 

“Una superficie di 600 metri quadri, una vasca di 25 metri per 12.5; spogliatoi; infermeria e reception; con l’aggiunta di un tetto in erba per rispettare le precrizioni della soprintedenza paesaggistica; con un importo di circa 900mila euro per il lotto B del Monte Compatri sporting center”, spiega Ansovini.

 

Approvata con i voti della maggioranza, astenuta la minoranza, anche la presa d’atto per la conclusione della conferenza dei servizi per la realizzazione di nuovi spazi della struttura sanitaria San Raffaele. “La costruzione di queste nuove aree – spiega l’assessore all’Urbanistica, Agnese Mastrofrancesco – non costituiranno un appesantimento del centro sanitario, e quindi per i cittadini a partire dai parcheggi, perché non ci saranno nuovi posti per la degenza”.

 

Ritirati per approfondimenti i regolamenti di polizia mortuaria e per la tutela degli animali, così come la proposta di delibera al punto 9 dell’ordine del giorno.

Dichiarata inammissibile la mozione sulla revoca delle deleghe per Marco De Carolis in qualità di delegato agli Affari generali in quanto, spiega il primo cittadino Fabio D’Acuti, “questi incarichi sono di nomina del sindaco e non di competenza del Consiglio comunale”.

Così come inammissibile la mozione sulla nomina degli scrutatori, di competenza della Commissione elettorale e non dell’assise di Tinello Borghese.

 

Bocciata la mozione sugli sprechi alimentari perché “già oggi i pasti intatti come pane e frutta sono consegnati agli studenti”, spiega D’Acuti. “Le razioni eccedenti – aggiunge il primo cittadino – come gli avanzi di cibo potremmo darli alle associazioni. L’unica che si è resa disponibile è la Caritas di Frascati che però non riesce a garantire il trasporto. Unica soluzione potrebbe essere quella di donare tutto agli animalisti”. Intanto, le eccedenze le utilizziamo per creare compost grazie alla macchina installata nel plesso scolastico del centro urbano”.

 

“Con l’approvazione del progetto della piscina, infine, il gruppo di maggioranza pone così le basi giuridiche per realizzare uno dei 4 punti fondamentali del proprio programma elettorale”, conclude il sindaco Fabio D’Acuti.