Esplora contenuti correlati

 

Qualità dell’aria, D’Acuti: “Un esposto per fare chiarezza sulle nubi e sugli odori nauseabondi registrati a Laghetto”

"Ho notiziato l'autorità giudiziaria per verificare se esistano profili di illiceità", dichiara il sindaco di Monte Compatri

 
Qualità dell’aria, D’Acuti: “Un esposto per fare chiarezza sulle nubi e sugli odori nauseabondi registrati a Laghetto”
 

“Un esposto per fare chiarezza. Per capire da dove e perché, in queste torride sere d’estate, l’aria sia irrespirabile nelle zone di Pantano/Laghetto, nel quadrante del Comune di Monte Compatri a ridosso della Casilina. Per questo motivo ho depositato un atto indirizzato alla Procura della Repubblica di Velletri; notiziando, inoltre, tutti quegli enti che ci possano aiutare a comprendere cosa siano quelle dense nubi di fumo che, da tre mesi a questa parte, soprattutto in orario notturno, si vedono nei video che molti cittadini hanno postato sui social network. Per scoprire se siamo di fronte a un atto illecito e se la qualità dell’aria non sia compromessa da questi fumi”, dichiara il sindaco Fabio D’Acuti.

"Ho scritto al Nucleo operativo ecologico dei carabinieri (Noe), all’Asl Roma 6 e all’Arpa Lazio affinché possano eseguire gli opportuni accertamenti su un fenomeno che, solitamente, si registra tra la mezzanotte e le 4. E che sembra verificarsi anche in Comuni limitrofi, come Colonna e San Cesareo”, continua il primo cittadino monticiano.

“In qualità di responsabile della salute dei miei concittadini ho chiesto l’intervento tempestivo dell’autorità giudiziaria per individuare le cause di una situazione che diventa sempre più insostenibile e per risolvere la problematica, per evitare che l’aria sia irrespirabile a causa di odori nauseabondi e irritanti per le vie respiratorie”, conclude il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti.

 

(foto tratta da Castellinotizie)