Esplora contenuti correlati

 

Pubblica illuminazione, D’Acuti: “Oltre 80 mila euro di risparmi dal 2020 e 1700 nuovi punti luce”

"Firmato il contratto con Enel-Sole, che gestirà la rete ed effettuerà interventi per 4 milioni di euro", aggiunge il sindaco 

 
Pubblica illuminazione, D’Acuti: “Oltre 80 mila euro di risparmi dal 2020 e 1700 nuovi punti luce”
 

“Oltre 80 mila euro di risparmi annui, 1700 nuovi punti luce. Per un impianto di pubblica illuminazione efficiente. Firmato lunedì 8 luglio il contratto con Enel Sole, società che si è aggiudicata il project financing per gestire le luci del territorio del Comune di Monte Compatri”, lo comunica il sindaco Fabio D’Acuti. 

“Un mese il tempo per il gestore per fornire un progetto definitivo, poi altri 15 per depositare quello definitivo; con la formale presa in carico della rete e dei contatori, che risultano obsoleti e vetusti, a partire dal prossimo 1 agosto 2019. Entro il 30 giugno del prossimo anno terminerà un intervento da 4 milioni di euro; dando priorità di intervento alla sicurezza, attraverso la sostituzione di quadri e pali fatiscenti. Poi la sostituzione di tutti i punti installati nella nostra cittadina”, continua il primo cittadino monticiano.

“Non mancherà l’estensione della linea di pubblica illuminazione su via delle Quinte e su via Serranti, dall’incrocio con via 10 febbraio a quello con via dei Sassi. Le casse di palazzo Borghese risparmieranno, dal 2020, 85mila euro l’anno tra minor costi e manutenzioni a carico della ditta”, conclude il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti.