Esplora contenuti correlati

 

Rifiuti, l'assessore Sabrina Giordani: "Ad agosto raccolta differenziata oltre il 65%"

"Migliorano i dati della raccolta, nei primi otto mesi del 2019 la media è di oltre 58 punti", spiega la titolare dell'Ambiente del Comune di Monte Compatri 

 
Rifiuti, l'assessore Sabrina Giordani: "Ad agosto raccolta differenziata oltre il 65%"
 

“Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati: con un crescendo. Parlo della percentuale di raccolta differenziata che, nel @Comune di Monte Compatri, fa registrare un nuovo record: 65,56% nel mese di agosto. Con una media, nei primi otto mesi del 2019, che resta stabile: qualche decimale sopra i 58 punti a causa di una leggera flessione a luglio.

A dimostrazione di una strategia, congiunta, che funziona: la campagna di sensibilizzazione con il video sul ciclo dei rifiuti; la lotta all’evasione, alle utenze fantasma e quella per il corretto conferimento dei materiali; unito al vostro impegno di cittadini, che capiscono l’importanza di ridurre e riutilizzare, porta a questi risultati.

Grazie anche al lavoro degli uffici, Ambiente e Polizia locale; grazie alla dedizione della Tekneko, i cui operatori troppe volte e ingiustamente vengono criticati e, purtroppo, alle volte, aggrediti verbalmente”, dichiara l’assessore Sabrina Giordani.

 

“Come ho detto, la percentuale più alta ad agosto, mese in cui registriamo una minore produzione di rifiuti: 341 tonnellate tra indifferenziato e differenziato. La più alta a maggio, 390000 chilogrammi, e nonostante l’aumento della differenziata in termini di kg la percentuale ha segnato una lieve flessione.

La media di tonnellate di vetro raccolte è di circa 30; quella per cartone 25. Il valore più alto per il conferimento di materiale biodegradabile da mensa è pari a 120 tonnellate nel mese di luglio.

Circa 80mila chili di rifiuti ingombranti recuperati in 240 giorni: sono quei divani, tv o frigo che sembra siano stati abbandonati ma che invece vengono ritirati, su richiesta e gratuitamente, dagli operatori della @Tekneko”, aggiunge Giordani.

 

“Circa una tonnellata l’olio esausto smaltito nei primi otto mesi del 2019; 7 le tonnellate dai residui della pulizia stradale come gli sfalci delle erbe, che vengono rimossi, alle volte, anche in un secondo momento rispetto alla fase di taglio.

Questo ci porta ad aderire alla campagna plastic free: dopo la mozione presentata dal consigliere Elio Masi e approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, siamo pronti a eliminare da Palazzo Borghese tutti quei materiali monouso e promuovere l’utilizzo di prodotti alternativi.

L’obiettivo deve essere quello di ridurre in generale la produzione dei rifiuti. Per tutelare il nostro territorio”, conclude l’assessore all’Ambiente del Comune di Monte Compatri, Sabrina Giordani.

 

 

GUARDA IL VIDEO