Esplora contenuti correlati

 

MALTEMPO, IL SINDACO D'ACUTI: "CHIUSA VIA VALLE DODICI: SERVE UNO SCOLMATORE DI PIENA. AVVIAMO L’ITER PER LA PROGETTAZIONE: LA REGIONE LAZIO CI SOSTENGA"

Il primo cittadino fa il punto dopo la bomba d'acqua che giovedì 19 settembre ha colpito il territorio di Monte Compatri

 
MALTEMPO, IL SINDACO D'ACUTI: "CHIUSA VIA VALLE DODICI: SERVE UNO SCOLMATORE DI PIENA. AVVIAMO L’ITER PER LA PROGETTAZIONE: LA REGIONE LAZIO CI SOSTENGA"
 

"La chiusura di una strada, tombini saltati, danni a tre muri, smottamenti e otto interventi di vigili e protezione civile: sono questi i danni causati, giovedì 19 settembre nel Comune Di Monte Compatri, dalla tromba d’aria e dai 45 millimetri di pioggia caduti in meno di un’ora sul nostro territorio, che in media, annualmente, registra circa 900 millimetri.

Nello specifico abbiamo chiuso al traffico via di Valle Dodici; sopralluoghi sono stati effettuati su via del Romito, via Colonna, via Stella Polare, Monte Cavo / Casale Campanella; diversi i tombini che non hanno retto all’urto dell’acqua. Ringrazio il comando della Polizia locale e la Protezione Civile beta 91 Monte Compatri per gli interventi effettuati.

L'unica soluzione percorribile, in termini di costi e tempi, è la realizzazione di uno scolmatore di piena. Che ha un costo elevato, investimento che il Comune di Monte Compatri non potrà sostenere in solitudine.
Registriamo il silenzio assordante della Regione Lazio sulla richiesta di modifica del vincolo idrogeologico, ma partiremo comunque con la progettazione dell'opera, per poi procedere con la richiesta di finanziamenti", lo scrive su facebook il sindaco di Monte Compatri, Fabio D'Acuti.