Esplora contenuti correlati

 

DISCARICHE, GIORDANI: “TENUITA’ DEL FATTO: LA PROCURA ARCHIVIA I PROCEDIMENTI CONTRO GLI INQUINATORI. COSÌ NON SI PERSEGUE IL BENE DI UNA COMUNITÀ E SI VANIFICA IL NOSTRO LAVORO”

"Una scelta che mostra lo scollamento dalla realtà", spiega l'assessore all'Ambiente

 
DISCARICHE, GIORDANI: “TENUITA’ DEL FATTO: LA PROCURA ARCHIVIA I PROCEDIMENTI CONTRO GLI INQUINATORI. COSÌ NON SI PERSEGUE IL BENE DI UNA COMUNITÀ E SI VANIFICA IL NOSTRO LAVORO”
 

“E’ un atteggiamento irresponsabile che rischia di vanificare il nostro lavoro. Quello degli operatori della Tekneko, della polizia locale e dell’ufficio ambiente del Comune di Monte Compatri, che guido in qualità di assessore, che per giorni cercano gli incivili – inquinatori seriali che con le loro discariche abusive avvelenano il nostro territorio.
Per due volte la Procura della repubblica di Velletri ha chiesto l’archiviazione di due procedimenti a carico di chi avevamo beccato a sversare rifiuti illegalmente.
La scusa? Particolare tenuità del fatto. Per due volte abbiamo fatto opposizione. Uno di questi procedimenti è stato archiviato in via definitiva”, dichiara Sabrina Giordani.

“Che vuole dire? Che così, lasciando soli i Comuni in questa lotta per il decoro e contro il degrado, i giudici dimostrano un totale scollamento dalla realtà. Da quello che chiedono i cittadini, da quello di cui gli enti locali hanno bisogno: pene certe, applicazione delle regole”, conclude l’assessore all’Ambiente del Comune di Monte Compatri Giordani.