Esplora contenuti correlati

 

COVID-19, LE MISURE DEL DECRETO 'CURA ITALIA'

Il pacchetto lavoro vale oltre 10 miliardi di euro

 
COVID-19, LE MISURE DEL DECRETO 'CURA ITALIA'
 

Il governo ha varato il decreto Cura Italia: è una manovra, più che un decreto, che brucia tutti i 25 miliardi messi da parte come tesoretto, con tanto di scostamento sul deficit, e che attiverà flussi di denaro per 350 miliardi. Stanziati 3,5 miliardi a sanità, 10 al lavoro. Cassa integrazione anche per aziende con un solo dipendente.

Capitolo occupazione: un pacchetto lavoro 10,6 miliardi.
880 milioni per il bonus da 100 euro per chi va a lavoro in sede.
Per 60 giorni nessuno potrà licenziare.
5 miliardi di euro una cassa integrazione per 9 settimane retroattiva al 23 febbraio.
Reddito di ultima istanza da 300 milioni per autonomi che hanno ridotto la propria attività.
Per le famiglie con figli under 12 1,3 miliardi per congedi fino a 15 giorni e al 50% dello stipendio più il bonus babysitter da 600 euro.
Altri 130 milioni per coprire i giorni di quarantena considerati come malattia.

Un provvedimento "omnibus", nel senso che va a toccare quasi tutti i settori colpiti economicamente dall'emergenza.
Molti i 'rinvii': tra le misure anche la sospensione dei termini dei pagamenti e la proroga di diversi adempimenti a partire dai pagamenti fiscali passando per la sospensione dei processi e lo spostamento dell'ultima sessione di laurea dell'anno accademico 2018/2019.
Non è previsto al momento una proroga dei termini per la revisione dell'auto inizialmente ipotizzata in alcune bozze.
Valgono invece fino al 31 agosto i documenti di identità.

 
torna all'inizio del contenuto