Esplora contenuti correlati

 

COVID-19, LE NOVITA' DEL DECRETO

Mascherine obbligatorie e distanziamento sociale

 
COVID-19, LE NOVITA' DEL DECRETO
 

"Tante conferme, qualche piccola apertura. Non potevamo aspettarci un ‘liberi tutti’ dal decreto firmato domenica 26 aprile dalla presidenza del Consiglio dei ministri. Perché? Perché non siamo ancora fuori dall’emergenza, perché si registrano ancora casi positivi al Covid-19. Perché siamo ancora fragili.

Sarà possibile spostarsi tra Comuni, ma solo all’interno della stessa Regione, per le comprovate esigenze lavorative come motivi di salute e lavoro. Si potrà recarsi anche a visitare parenti, con le solite prescrizioni: mascherine, che avranno il prezzo calmierato, e distanza sociale.

Dal 27 aprile

-          attività legate all’export.

-          Ancora in vigore il modello dell’autocertificazione

Dal 4 maggio

-          cantieri privati e mezzi pubblici.

-          Cibo da asporto

-          Attività sportiva a due metri di distanza, attività motoria a un metro

-          Parchi e giardini (ma valuteremo le opportunità come sindaci, ancora chiuse le aree giochi per bambini)

-          Cantieri privati: manifattura, cantieri all’ingrosso

-          Funerali: massimo 15 persone

-          Si può tornare al domicilio o nel Comune di residenza

Dal 18 maggio:

-          Negozi

-          musei

 

Dal 1 giugno:
- parrucchieri ed estetisti

-          ristoranti

 

Scuola: attività didattica sospesa, si riparte a settembre", scrive Fabio D'Acuti.