Esplora contenuti correlati

 

PARCO CALAHORRA, IL SINDACO D'ACUTI: "TERMINATO IL CENSIMENTO DELLE ALBERATURE. POI LA MESSA IN SICUREZZA PER RESTITUIRE IL BOSCO URBANO A MONTE COMPATRI"

Nell'area un castagno che potrebbe essere inserito nell'elenco degli alberi monumentali

 
PARCO CALAHORRA, IL SINDACO D'ACUTI: "TERMINATO IL CENSIMENTO DELLE ALBERATURE. POI LA MESSA IN SICUREZZA PER RESTITUIRE IL BOSCO URBANO A MONTE COMPATRI"
 

"Un bosco ad alto fusto, nel parco dei Castelli Romani e inserito nel tessuto urbano del Comune Di Monte Compatri. Un'area verde di 11mila metri quadri, con una pendenza tra il 15 e il 18% che vogliamo restituire alla comunità. Prima di farlo, però, è necessario mettere in sicurezza quelle piante e alberature malate e che rappresentano un rischio per i cittadini. Abbiamo iniziato due mesi fa con uno studio che si è trasformato in censimento ed è stato concluso in questi giorni.

Una relazione che mette sotto la lente di ingrandimento le 192 piante della 'villetta', che rappresentano 7 diverse specie di alberi con un'età che va dai 50 ai 150 anni.
Sono 11 le piante a rischio, 2 quelle da curare; per le altre 179 prevista una revisione triennale. Tra queste un castagno che potrebbe essere inserito nell'elenco degli alberi monumentali.

Ringrazio l'ufficio Patrimonio guidato da Adriano Di Franco - Assessore Lavori Pubblici che in silenzio, in questi mesi, ha portato avanti queste indagini, necessarie per la messa in sicurezza dell'area e la sua riapertura al pubblico", lo scrive Fabio D'Acuti Sindaco.