Esplora contenuti correlati

 

PARCO CALAHORRA, DAL 16 FEBBRAIO AL VIA I LAVORI PER RESTITUIRE IL BOSCO URBANO A MONTE COMPATRI

Il 16 febbraio partiranno i lavori presso il Parco Calahorra per mettere in sicurezza quelle piante e alberature malate e che rappresentano un rischio. Un bosco ad alto fusto, nel parco dei Castelli Romani, inserito nel tessuto urbano del Comune di Monte Compatri che tornerà così ad essere fruibile dai cittadini. Un'area verde di 11mila metri quadri a 576 metri di altezza sul livello del mare, con una pendenza tra il 15 e il 18%.

“L'ufficio Patrimonio guidato da Adriano Di Franco e il Vice Sindaco con delega alla Tutela del Verde Claudio Gara nei mesi passati hanno portato avanti le indagini necessarie per la messa in sicurezza dell'area”, spiega il Sindaco D’Acuti. “Il 18 maggio 2020 è stata consegnata la relazione sul censimento effettuato sulla vegetazione. L’8 gennaio è arrivata l’autorizzazione paesaggistica e il 2 febbraio il nulla osta all’abbattimento degli alberi malati o pericolosi. I lavori per gli interventi di bonifica e la messa in sicurezza dureranno circa 1 mese. Si potrà così darà avvio alla fase tre della valorizzazione del bosco urbano anche in sinergia con soggetti privati. Perché amministrare non è mettere le “toppe” per prendere facili consensi, ma programmare sul medio e lungo periodo per il bene della Comunità”.

 

 
PARCO CALAHORRA, DAL 16 FEBBRAIO AL VIA I LAVORI PER RESTITUIRE IL BOSCO URBANO A MONTE COMPATRI
 

.