Museo Civico ed Enogastronomico

Denominazione
Museo Civico ed Enogastronomico di Monte Compatri

Descrizione

Il primo museo di Monte Compatri verrà inaugurato Domenica 15 Dicembre alle ore 11.30 nel Palazzo Borghese (ex Cinema Italia). La struttura è inserita nella grotta vinaria di Palazzo Borghese, una struttura tipica delle zone con terreni vulcanici realizzata già nel IV secolo a.C. La grotta nella quale verrà allestito il museo è una delle più lunghe di quelle esistenti a Monte Compatri.

Facciamo un passo indietro e torniamo al 2008, primo quinquennio della Giunta De Carolis. Con delibera di Giunta n°586/2008, la Regione Lazio approva il Bando sulle “azioni di sviluppo socio-economico degli enti locali derivate da processi di partecipazione”. Si tratta di 5 milioni di euro per ciascuna annualità del triennio 2008-2010, per un totale di 15 milioni di euro. I Comuni potevano inviare un solo progetto per una richiesta complessiva di 300 mila euro. Il Comune di Monte Compatri aderisce al Bando con una campagna di comunicazione intitolata “Partecipa tu!!!”. Le azioni di sviluppo economico e sociale richieste dal Bando Regionale, dovevano essere, quindi, il risultato di un processo di partecipazione con i cittadini. I progetti dovevano essere presentati all’Amministrazione Comunale con la sottoscrizione di almeno 100 persone (ogni cittadino poteva firmare una sola proposta). Nella terza fase del processo partecipativo, il Consiglio Comunale di Monte Compatri con delibera n°51 del 31/10/08, all’unanimità, vota a favore il progetto del primo Museo Civico ed Enogastronomico di Monte Compatri.

“Sono passati cinque anni e siamo stati protagonisti di una nuova tornata elettorale – spiega il primo cittadino Marco De Carolis. – La progettazione del Museo è andata avanti e Domenica presentiamo finalmente la struttura che si apre prima dell’aula consiliare. La scelta della location è motivata dal fatto che si tratta di un luogo rappresentativo della realtà storico-culturale di Monte Compatri. La contemporanea localizzazione all’interno di un luogo istituzionale va a potenziare l’importanza civica del museo”.

Il Museo Civico ed Enogastronomico offrirà al territorio uno strumento per riconoscere la propria identità, storia e tradizione e sarà un monito per i più giovani di conoscere appieno le antiche tradizioni del territorio castellano. Uno degli obiettivi principali è quello di entrare a far parte del sistema museale territoriale dei Castelli Romani e Prenestini, detto anche “Museum Grand Tour”. Quest’ultimo ha lo scopo di potenziare il turismo culturale nell’area e si propone di accrescere qualitativamente l’offerta culturale del territorio. Il Museo potrà essere utilizzato per eventi culturali, allestimenti temporanei, presentazioni di pubblicazioni e concorsi di pittura.

“Lo spazio espositivo sarà preceduto da una reception per l’accoglienza dei visitatori con biglietteria annessa – precisa il Sindaco. – L’allestimento museale prevede una sezione introduttiva sul territorio di Monte Compatri ed andrà a ripercorrere la sua realtà storico-culturale attraverso un excursus nelle tradizioni enogastronomiche locali. Saranno inoltre esposti utensili legati alla lavorazione del vino e dell’olio, passando per materiali didattici, plastici e postazioni video e pannelli esplicativi sui temi dell’esposizione”.



img

Indirizzo

Grotta del Palazzo Borghese, quest’ultimo sede dell’Aula Consiliare del Comune di Monte Compatri.